Rifiuti bollettino di informazione normativa - direttore: Paola Ficco

Quesiti

1366.

Una Società possiede una piattaforma di smaltimento rifiuti speciali, costituita da un impianto di trattamento chimico fisico (D9) e discarica per rifiuti speciali non pericolosi (D1), autorizzata con un’unica Aia, nella quale vengono accettati rifiuti liquidi in operazione D9. Dal trattamento di tali rifiuti vengono prodotti:
• un refluo liquido, che previa caratterizzazione, viene smaltito in un impianto idoneo autorizzato;
• un rifiuto solido, che sempre previa caratterizzazione, viene smaltito in discarica con operazione D1, tramite movimentazione interna.
La Regione chiede il pagamento del tributo speciale su tali rifiuti smaltiti in discarica in D1, derivati dal trattamento chimico fisico D9, anche se l’impianto che ha accettato i rifiuti non si è rivalso sul cliente per il pagamento di tale tributo speciale, configurandosi come nuovo produttore del rifiuto.
Quindi in conclusione l’impianto dovrebbe fatturare a se stesso il tributo speciale da versare poi alla Regione, si chiede pertanto se è legittima tale richiesta.

risponde Paola Ficco