Rifiuti bollettino di informazione normativa - direttore: Paola Ficco

Quesiti

1146.

A molte aziende viene contestato l’illecito amministrativo di cui all’articolo 193, commi 1 e 2, Dlgs 152/2006 per non aver utilizzato il formulario nel conferimento di rifiuti propri “assimilati agli urbani” ai sensi del regolamento comunale, presso il centro di raccolta del territorio interessato (le contestazioni sono avvenute all’interno del centro di raccolta a fine trasporto).
Le aziende si giustificano, appellandosi alla buona fede, in quanto il centro di raccolta comunale non pretende, anzi, non accetta la copia del formulario (adducendo che non si tratta di un centro di smaltimento o recupero ecc..), ma rilascia esclusivamente la scheda di registrazione dei rifiuti conferiti.
Le aziende inoltre sono incentivate al conferimento diretto dei propri rifiuti assimilati al suddetto centro di raccolta, in ragione di sgravi fiscali previsti dal regolamento comunale.
Anche in ragione dell’imminente applicazione del nuovo comma 5 dell’articolo 193, Dlgs 152/2006, è possibile ritenere legittimo il comportamento tenuto dalle aziende? Oppure è possibile ritenere l’errore scusabile in quanto indotto dalla non accettazione del formulario da parte del gestore del servizio pubblico (centro di raccolta)?

risponde Paola Ficco