Rifiuti bollettino di informazione normativa - direttore: Paola Ficco

Quesiti

911.

Un impianto di trattamento di rifiuti liquidi, regolarmente autorizzato, può accettare rifiuti liquidi le cui caratteristiche (stato fisico, pericolosità, ecc.) sono attestate dal produttore del rifiuto a mezzo autocertificazione (attestazione predisposta sia dal produttore stesso che, eventualmente, dall’impianto), cioè senza la necessità di una caratterizzazione analitica di laboratorio? E nel caso di rifiuti con codice a specchio? Vi sono riferimenti in giurisprudenza e/o nell’attuale scenario normativo riguardo a tale regime di “favore”?

risponde Claudio Rispoli
Chimico - Consulente ADR