Rifiuti bollettino di informazione normativa - direttore: Paola Ficco
La qualificata e affidabile informazione normativa sulla gestione dei rifiuti

Rifiuti 2015 - Quesiti e risposte

Raccolta sistematica e ragionata dei Quesiti risolti dalla Rivista Rifiuti – Bollettino di informazione normativa

a cura di Paola Ficco
Vai alla scheda del libro
uscita: novembre 2015
numero pagine: 408
ISBN: 9788866271840
formato: 15 x 21 cm
28,00 euro

Quesiti più letti negli ultimi 30 giorni

949Formulario, le possibili condotte in caso di smarrimento
1226Trasporto: le 48 ore sono riferite solo alle soste
1229Analisi: per fare quelle sui rifiuti non c’è un Albo professionale specifico
1225Recupero agevolato (e non): i rifiuti non possono essere conferiti da privati non autorizzati e senza formulario. E sugli ambulanti i limiti sono molti
1224Microraccolta: le tappe intermedie vanno indicate per scongiurare il pericolo di abbandoni
918Formulario: se il produttore non riceve la quarta copia deve comunicarlo alla Provincia. Non sono ammesse condotte alternative
1228Scritture ambientali: i problemi dell’acquisizione
1227Albo gestori: il Responsabile tecnico iscritto al 16 ottobre 2017 deve fare l’esame solo se cambia la categoria o va in una classe superiore
660Trasbordo, possibile, ma nel rispetto dei due paramentri previsti dalla norma
1230Stato fisico: nell’individuarlo la componente soggettiva è inevitabile

Cerca per argomento

Quesiti sui rifiuti

Cosa sono

Ogni numero della rivista contiene la rubrica "Quesiti" con tutti gli interrogativi in materia di rifiuti sottoposti al Direttore della rivista, l'avvocato Paola Ficco.

Chi può sottoporre quesiti

Solo gli abbonati a "Rifiuti" e "Rifiuti on line" possono sottoporre i propri casi.
Il Direttore responsabile della Rivista seleziona e pubblica i quesiti di interesse più generale.

Le richieste vanno inoltrate a quesiti@rivistarifiuti.it

Quesito del mese

Albo gestori: il Responsabile tecnico iscritto al 16 ottobre 2017 deve fare l’esame solo se cambia la categoria o va in una classe superiore


In relazione a quanto previsto nella Deliberazione n. 6 del 30 maggio 2017 dell’Albo nazionale Gestori ambientali, si chiede cortese conferma che la seguente lettura sia corretta: i responsabili tecnici già iscritti alla data del 16 ottobre 2017 non devono sostenere l’esame abilitativo per la stessa categoria, stessa classe o classi inferiori, ma devono sostenere solo ed esclusivamente le verifiche di aggiornamento dell’idoneità, e comunque non prima del 2 gennaio 2021.
Risponde Daniele Bagon

La lettura è assolutamente corretta in quanto così dispone l’art. 1 della deliberazione n. 6 del 30 maggio 2017. Nel periodo transitorio di 5 anni (a decorrere dal 16 ottobre 2017) il Responsabile tecnico in carica in tale data, può addirittura assumere altri incarichi purché nelle stesse categorie e classi (o inferiori).
In buona sostanza la Delibera 6/2017 “fotografa” il livello di abilitazione dei Responsabili tecnici in carica a tale data consentendo loro di non dover sostenere la verifica iniziale ma solo quella di aggiornamento e comunque non prima del 2 gennaio 2021.
Tale condizione permane anche qualora, durante il periodo transitorio, rimangano senza alcun incarico; potranno successivamente assumerne altri (purché nelle stesse categorie e classi o inferiori) e saranno comunque soggetti alla sola verifica inziale (non prima del 2 gennaio 2021).



Tratto da: Rifiuti n. 253 agosto-settembre 2017

Rifiuti bollettino di informazione normativa - Registrazione Tribunale di Milano n. 451 del 22 agosto 1994 - ISSN 2499-0949